Rai 2

Fact Checking – La povertà in Italia

Uno dei casi di cronaca che hanno avuto più risalto la scorsa settimana ha riguardato una sentenza della Cassazione: la suprema corte ha assolto un giovane straniero che aveva rubato generi alimentari in un supermercato perché spinto dalla fame.

Ma qual è la situazione della povertà in Italia? Il leader della Lega Nord Matteo Salvini ha recentemente dichiarato qualcosa a riguardo, proprio mentre era ospite di Virus.

 

«In Italia un bambino su quattro è sotto la soglia della povertà»

Matteo Salvini, 14 aprile 2016

 

Possiamo verificare questa affermazione grazie a un rapporto dell’ISTAT che si intitola, per l’appunto, “La povertà in Italia”: l’ultima edizione è di luglio 2015 e si riferisce ai dati 2014.

 

La povertà in Italia

Minori in povertà assoluta

10%

Minori in povertà relativa

19%

Fonte: ISTAT, La povertà in Italia, dati 2014

 

Come vediamo, un minore su dieci in Italia si trova sotto la soglia di povertà assoluta. Quest’ultima è definita come la cifra necessaria ad acquistare i beni e servizi inseriti in un paniere stabilito dall’ISTAT “per conseguire uno standard di vita minimamente accettabile”.

La povertà relativa è calcolata invece non in modo assoluto, ma rispetto ai consumi medi degli italiani: se la spesa per consumi rimane sensibilmente sotto la media – quanto sotto dipende da coefficienti variabili a seconda della zona geografica di residenza, delle dimensioni della famiglia eccetera – l’ente di statistica considera quella persona in “povertà relativa”.

Qui la percentuale, circa un minore su cinque, è più vicina a quella dichiarata da Salvini, ma non siamo in ogni caso nella situazione di “un bambino su quattro” citata dal leader della Lega Nord.

Commenti

Comments

Powered by Facebook Comments